Tornano Guilliman e Warhammer Quest.

Non sto seguendo la campagna Gaterhing Storm. Non che non fossi tentato di comprare i volumi ma una rapida occhiata alle pagine d’anteprima mi hanno dissuaso. Immagini belle grandi delle nuove miniature e poco testo mi hanno dato l’impressione della solita sciatteria che caratterizza la Games Workshop da un po’ di anni a questa parte. Tuttavia una menzione d’onore va fatta…

580c4c4b052b50d4f69412174039b854d5c9ca6226bafa5d8207104b035b1807

ritorna un peso massimo, ed anche Cypher!

A pensarci è incredibile, già solo due anni fa sarei impazzito per una cosa del genere. Io ed i miei amici ne avremmo discusso per giorni. Oggi ogni nuova fantastica uscita l’accolgo con un MEH ed ogni avanzamento di trama con un MAH. Sarò cambiato io ma non ho mai visto così tanto sforzo causare così poche reazioni.

Credo che i segni dell’apocalisse ci siano tutti, sono riusciti a far cadere nel menefreghismo più totale anche i fan sfegatati a furia di uscite spalate, regole scritte col culo e manuali poco curati (ma le immagini delle miniature sono sempre nitide e belle grandi, eh!). Si respira a tutti gli effetti un’atmosfera pre End of Times, speriamo che abbiano imparato qualcosa e che la nuova edizione non si riveli Age of Sigmar 2.0.

Perché a me che il background di Warhammer 40.000 piaccia non è un mistero e se sono riusciti a stufarmi vuol dire che negli anni hanno veramente tirato troppo la corda.

Su note più allegre, è uscita una nuova scatola di Warhammer Quest: Shadows over Hammerhal. Pare sia un gioco stand-alone, compatibile con Silver Tower e che abbia reintrodotto alcuni vecchi meccanismi come il bighellonare in città. Non credo lo comprerò al lancio visto che il precedente non ha raccolto l’entusiasmo che mi aspettavo dai miei giocatori (non abbiamo nemmeno finito tutte le missioni! 😦 ) e molte delle miniature sono vecchie uscite riciclate. Puzza di tappabuchi lontano un miglio, ma potrei sempre cambiare idea.

wh-quest-shadows-hammerhal

in compenso la copertina mi piace molto

Per ora è tutto dal Troll Panzone. Mi raccomando, qualunque cosa succeda continuate a giocare 😀

 

Buone Feste dal Troll Panzone!

Auguri a tutti i visitatori del blog. Spero passiate delle belle vacanze e che l’anno nuovo vi porti tanti bei giochi da tavolo da provare.

Per festeggiare non credo ci sia niente di meglio che ammirare questo. Uno dei pezzi più scabrosi partoriti dalla Games Workshop che grazie a sapienti modifiche è stato riportato alla dignità che merita.

grimnar-natale

OH-OH-OH!

Ci becchiamo nel 2017, mi raccomando fate i bravi!

Quando la GW ascolta le tue preghiere: Assassinorum Execution Force

Una cosa che ho criticato alla Games Workshop in un precedente articolo è la mancanza di nuovi giochi, quindi non può che farmi piacere la presenza di un nuovo titolo ambientato nell’universo fantascientifico di Warhammer 40.000. AssassinorumNon mi dilungherò a fare recensioni, ne potete trovare facilmente online, il gioco mi è arrivato un paio di giorni fa ed ho avuto modo di fare un paio di partite. Le uniche cose negative che mi sento di segnalare sono:

– il costo elevato, 100 Euro son troppi, fortunatamente è possibile trovarlo a 70 presso certi rivenditori.
– la scarsa varietà, il gioco presenta solo una missione che rischia venire subito a noia nonostante la simpatica idea degli achievements.

A cosa serve questo articolo dunque? Innanzitutto a dimostrare che mi sbagliavo, in secondo luogo a fare da apripista ad una serie di home rules per ampliare il gioco. Home rules che conto di raccogliere in un infopack. Restate sintonizzati, ci sarà da divertirsi.

Ristrutturatore Seriale

Ormai dovreste esserci abituati, ho la brutta tendenza a fare piccole modifiche e a comunicarle. In questo caso si tratta della semplice aggiunta di un’immagine a lato che riporta all’articolo sulle miniature alternative. Articolo che, se tutto va bene, dovrei riuscire ad ampliare con del materiale interessante entro una mesata.

Sperando sempre che i miei impegni non mi sommergano prima.

 

(S)propositi per il nuovo anno.

Ormai sono passati un po’ di mesi da quando ho aperto il blog e con l’arrivo del nuovo anno forse è il momento di farsi un paio di conti, o almeno sarebbe il momento se ne avessi voglia.

Ci sono stati un paio di articoli slittati a favore di altri che arriveranno a breve. Dal lato del gioco la Games Workshop continua a scagazzare fuori espansioni e regole a raffica caratterizzate da costo alto e qualità dubbia con il non troppo velato intento di rendere le partite ‘classiche’ di Warhammer 40.000 più simili al formato Apocalisse. Come conseguenza di questa politica la voglia di giocare scema a favore del lato più modellistico dell’hobby.

teatimeNon vale neanche più la pena di arrabbiarsi, basta smettere di comprare roba

Ho anche in mente un articolo su delle vecchie regole apparse su White Dwarf che ogni tanto saltano fuori nelle discussioni dei forum italiani, non appena riuscirò a metter mano al materiale che mi serve farò in modo di farvelo pervenire.

Nel frattempo, buon anno!

Ennesima nuova sezione nel blog del Troll Panzone

Visto che gli articoli riguardanti le curiosità sul mondo di Warhammer stanno iniziando a diventare più numerosi ne approfitto per inaugurare l’ennesima pagina nel menù in alto.

Nel frattempo continuo la traduzione integrale di un succoso articolo che conto di far uscire settimana prossima. Dico solo che ha a che vedere con Space Hulk, gli Space Marine e la danza classica 😀

Ci sarà da divertirsi.

Nuova sezione e nuovo Codex Marine

Con la conclusione dell’ultima storiella ed in attesa delle prossime morti atroci nei dungeon mi sembrava giusto dare una piccola sistemata al sito. Stando alle reazioni sembrerebbe che siano piaciute, quindi immagino che non ci sia nulla di male nell’inaugurare una nuova sezione nella barra in alto. In teoria ci sarebbe già la categoria Narrativa ma preferisco un elenco più ordinato.

Nel frattempo ho finalmente potuto comprare il nuovo codex Space Marine e per celebrare l’evento questa settimana vi beccate il seguente video. Ovviamente il fatto che io giocassi i Templari Neri e che questi siano stati riaccorpati nel codex vanilla non ha nulla a che vedere con il fatto che prenda per il culo la Games Workshop.


Sì, c’erano troppi codex marine in giro e questo rallentava le uscite, qualcosa andava eliminato. Ho sperato fino all’ultimo in un nuovo librone Angels of Death che raggruppasse  Angeli Oscuri e Sanguinari in un’unica pubblicazione lasciando intatti i Templari. Purtroppo non è andata così. I Templari Neri, poveretti, sono stati gli ultimi a venire pubblicati autonomamente (dopo la gavetta fatta nel codex per la campagna di Armageddon) e quindi si dovranno accontentare delle tattiche capitolari. So it goes.

Il resto mi piace molto, settimana prossima festeggeremo come si deve. Restate sintonizzati.